Assicurare la propria auto si sa è un obbligo di legge, ma in temi come questi con la crisi continua non tutto ottemperano a questo obbligo.

Così può capitare di imbatterci in vetture non in regola e  ce ne accorgiamo quando, coinvolti in un incidente stradale e la colpa non è nostra, costatiamo che dall’ altra parte non ci sono le garanzie che il nostro danno venga risarcito.

Che fare? Metteremo noi la mano al portafoglio?

Insomma:oltre al danno, anche la beffa?

Non è proprio così e qualche consiglio vorremmo suggerirlo.

Prima di tutto verificare che realmente il veicolo che ci ha provocato il danno non ha assicurazione.

Chiedere spiegazioni, mettere nero su bianco e poi correre ai ripari.

Infatti potremmo rivolgerci al Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada,l’organismo tutela  soggetti coinvolti  in incidenti con mezzi non assicurati e non identificati.

Il fondo è alimentato  da un’ aliquota presente  nel premio della RC auto obbligatoria.

Il Fondo, operativo dal  1971  copre i sinistri causati, come dicevamo, da veicoli  non assicurati  e il risarcimento riguarda danni a cose  e persone.

Come accedere?

Occorre compilare online un modulo specifico ( www.consap.it) e inviare tutto  all’impresa concessionaria e alla  Consap.

Vanno specificati tutti i particolari dell’incidente, se sono intervenute le forze dell’ ordine, l’entità del danno  con possibilita di perizia. Se si fossero verificati danni fisici  occorre specificare l’entità delle lesioni con perizia medica.

Dopo avere liquidato il danno, il Fondo può rifarsi con il danneggiato.

Sempre che lo identifichi!

A.S.

This entry was posted on Venerdì, Giugno 30th, 2017 at 16:26.
Categorie: Senza categoria, ambiente, news, qualità, sicurezza.

No Comments, Comment or Ping

Comments are closed.