Un incubo!
L’ Incubo degli attentati investe ancora il cuore dell’ Europa .
A Berlino in pieno centro, in un mercatino di Natale un tir travolge la folla.
12 morti, una cinquantina di feriti.
La tecnica ricorda l’ attentato folle di Nizza.
Un grosso mezzo che riesce a lanciarsi tra la gente.
E’ puro terrore.
La reazione è immediata, ma il responsabile dell’ atto rivendicato dall’ Isis  non è stato preso.
La polizia tedesca arresta un richiedente asilo, ma viene rilasciato perchè il vero responsabile sarebbe un tunisino che  in Italia aveva scontato anni di carcere per poi essere espulso.
In Germania era sotto osservazione, ma non a sufficienza  evidentemente.
La polemica non aiuta ad affrontare la situazione drammatica,ma è’ evidente che il terrorismo di matrice islamica richiede altre tecniche per essere messo sotto controllo.
Dopo Londra, Parigi, Nizza,  Bruxelles, ora Berlino.
L’ Europa  deve reagire.
La gente è impaurita  e la situazione potrebbe scappare di mano con conseguenze inimmaginabili.
Sul Natale 2016 cala così un’ ombra. Un lutto che non vorremmo affrontare.
Eppure è così. E tra le vittime anche  una ragazza italiana che a Berlino aveva trovato la sua strada.
Lì in un mercatino di Natale, la sua strada si è fermata.

Il presunto attentatore è stato fermato per sempre a Sesto San Giovanni.

S.R.

This entry was posted on Martedì, Dicembre 27th, 2016 at 16:04.
Categorie: Senza categoria, news, qualità, sicurezza.

No Comments, Comment or Ping

Comments are closed.