Barconi che vengono soccorsi senza sosta, barconi che affondano in mare con il loro carico umano.
L’ultimo in ordine di tempo nei giorni scorsi: 200 morti, 200 immigrati che dopo essersi imbarcati in Libia  su carrette  fatiscenti non ce la fanno e terminano tragicamente la loro ricerca di una nuova prospettiva di vita.
L’emergenza immigrazione continua senza sosta.
Nelle ultime settimane sono stati soccorsi migliaia di migranti.
Le navi di Frontex, l’operazione messa in campo dall’Unione Europea, intervengono per salvare i gli immigrati e portali in salvo sulle coste italiane e greche.
Ma la fuga da guerre, poverta’ e fame non avviene solo attraverso il Mar Mediterraneo.
La Serbia e la Macedonia sono mete ambite per riuscire ad accedere all’ Unione Europea  e raggiungere poi altri paesi del nord Europa.
E anche li le tragedie sono all’ordine del giorno.
Morti oltre che nelle stive dei barconi anche a bordo di camion nel tentare di attraversare frontiere  o respinti alle frontiere dell’UE.
L’ Ungheria ha deciso di erigere un muro contro l’immigrazione.
E’ pronta ad introdurre pene per gli immigrati irregolari.
Secondo le stime dell’ Agenzia Onu Per i Rifugiati nel 2015 piu’ di 300 mila migranti hanno tentato di attraversare il Mediterraneo e i morti fino ad ora sono stati circa 2500.
Quasi 200 mila persone sono sbarcate in Grecia, altri 110 mila immigranti in Italia.
Nel 2014 i migranti sono stati  circa 220 mila.
L’emergenza va affrontata sia dall’UE che dalla Comunita’ Internazionale.
Un appello e’ stato lanciato  dai vertici Onu, mentre critiche all’Europa sono state espresse dal New York Times che ha sottolineato come l’ Ue abbia fallito con pochi  aiuti a Grecia e Italia in prima linea nella questione immigrazione.
E proprio qui sta il problema: l’ Europa deve intervenire e fare in modo di dare una giusta accoglienza ai migranti evitando di incorrere in tensioni sociali che gia’ serpeggiano nel nostro Paese.
A.S.

This entry was posted on Sabato, Agosto 29th, 2015 at 17:45.
Categorie: Senza categoria, ambiente, area legale, news, qualità, sicurezza.

No Comments, Comment or Ping

Comments are closed.