Il Divorzio Breve e’ legge dello Stato.
La Camera ha approvato definitivamente il provvedimento dopo oltre un anno di attesa e di passaggio tra Camera e Senato.
Un legge attesa che ci allinea ad altri Paesi Europei.
Si mette fine anche a quel “turismo” che portava le coppie, che volevano dirsi addio in tempi brevi, a recarsi in Romania o in Spagna.
Ora si resta in Italia e la legislazione permette di chiedere il divorzio dopo sei mesi o dopo un anno superando quel periodo piu’ lungo di tre anni fino che la legge richiedeva.
Come si chiede ora il divorzio?
La base e’ la separazione.
Da quella data si calcolano i tempi: 6 mesi se e’ stata consensuale; un anno se giudiziale.
Se sono presenti figli minori la situazione non cambia.
Se i due ex-coniugi si mettono d’accordo il divorzio sara’ sancito subito, mentre se l’accordo non si trova allora il divorzio avvera’ davanti ad un giudice.
Anche il regime della comunione dei beni viene risolta, ma gia’ con la separazione.
Sei mesi o un anno la differenza, ma il risultato e’ che il matrimonio cessera’ nei suoi effetti civili.
Quanto costera’ il divorzio breve?
Certamente meno che non la procedura attuale che tra causa e lungaggini incidevano e non poco, sul portafoglio della ex coppia!
Ora sara’ tutto meno complicato.

Alexandra Sirtori

This entry was posted on Domenica, Aprile 26th, 2015 at 20:18.
Categorie: Senza categoria, area legale, news, qualità.

No Comments, Comment or Ping

Comments are closed.